Episodio 1 * Una mamma nel diario

«E questo cos’è?» sbraitò Alessandra brandendo il cellulare contro la figlia.
Carlotta diede un’occhiata poco interessata allo schermo, distogliendo per un secondo lo sguardo dal diario nel quale scriveva le sue storie.
«È un cellulare, mamma. Te l’abbiamo regalato a Natale, non hai ancora capito come si usa?» ribatté la ragazzina sarcasticamente nella speranza di indebolire la sgridata che le stava per arrivare.

Era da un po’ che Alessandra riceveva richiami via mail della professoressa di Italiano sui brutti voti di Carlotta. Proprio lei, che da grande voleva fare la scrittrice, divorava libri come un tarlo e non faceva che scrivere storie sul suo diario, continuava a peggiorare la sua media a causa della distrazione in classe.
«Non fare la spiritosa, tesoro. Sai benissimo che questo è l’ennesimo richiamo. Mi sono stancata di questo atteggiamento nei confronti della scuola. Se vuoi scrivere, scrivi nel tempo libero, ma in classe stai attenta!» disse Alessandra con tono perentorio.
«Lasciami in pace, mamma» sbottò Carlotta chiudendo il diario e alzandosi dal divano dello studio «Lo sai che quella strega della Crespi ce l’ha con me!».
«Lei fa il suo lavoro, tu dovresti fare il tuo…»
«…sì, se il suo lavoro fosse sgridarmi, lo fa alla grande!» disse la figlia avvicinandosi alla porta.
«Aspetta un momento, prima di fare la tua uscita drammatica» si precipitò Alessandra artigliando il diario della figlia «questo lo prendo io. Lo riavrai quando la Crespi mi invierà una mail di complimenti».
«Ridammelo subito!» esplose Carlotta con il fuoco che le bruciava nello stomaco.
La madre cercò di trattenere il tesoro della figlia ma lei fu più veloce e lo afferrò con decisione, fuggendo in camera come una ladra esperta.
Carlotta non scese per cena.
La porta della sua camera rimase sigillata tutta la sera, anche quando Alessandra, passandoci davanti per andare a letto, la chiamò senza ottenere risposta.
Era tipico da parte della figlia fare scene drammatiche e rintanarsi in camera sua, nel suo mondo e nelle sue storie, ed escluderla completamente.
Domani mattina le sarà passata pensò la madre infilandosi il pigiama.
Alle due di notte, Alessandra si svegliò agitata con la sensazione che ci fosse qualcosa che non andava.
Il primo pensiero andò a Carlotta.
Si precipitò in camera sua, la porta era ancora sbarrata. Da sotto la porta capì che la luce era ancora accesa ma non si sentiva nessun rumore provenire dall’interno.
«Carlotta! Apri la porta!» urlò la madre bussando energicamente.
Nessuna risposta.
Alessandra prese il pass-partout dal cassetto della scrivania lì a fianco e aprì la porta.
La stanza era deserta.
Il letto intatto.
Carlotta era sparita.
Sul cuscino, spalancato come una porta sul nulla, c’era il diario della figlia. Alessandra gettò lo sguardo sulle prime righe della storia che Carlotta stava scrivendo e, in un secondo, tutto cambiò.

Un pensiero su “Episodio 1 * Una mamma nel diario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...