Episodio tre * L’incendio

Il gatto guardava Emma senza dire nulla. A un certo punto Emma si scocciò di quel silenzio e decise di andarsene.
«Dove vai?» chiese il gatto.
«Se non mi dici niente, che ci sto a fare qui?» rispose Emma.
«Io sono Mirtillo e sono il tuo gatto custode. Ti ho salvato per un soffio, Margot ti stava per uccidere. Ma parliamo di cose importanti: non avercela con Adam…»

«…mi ha tradito!»
«Ma non capisci che è sotto incantesimo? Tu devi conservare la tua magia così potrai tenerle testa. Lei è una strega cacciatrice e vuole ucciderti e sta cercando di rubarti i tuoi poteri magici. Ha usato Adam per fare del male a te e spezzarti il cuore, e soprattutto vendicarsi di lui perchè l’ha lasciata qualche anno fa, prima di conoscere te» spiegò Mirtillo.
«Che brutta schifosa!» urlò Emma.
«Andiamo in biblioteca, troveremo un modo per liberarci di lei!» propose Mirtillo.
I due uscirono dal Parco e si diressero alla Biblioteca Francois Mitterand, ma, mentre attraversavano la strada, furono circondati dalle macchine della polizia.
«Mani in alto!» gridò una voce fredda.
Mirtillo divenne immediatamente invisibile.
Emma, completamente spaesata, alzò le braccia e lasciò che la arrestassero.
Perché la stavano portando via? Che era successo?
La risposta arrivò quando la portarono nella stanza degli interrogatori e le mostrarono un video di sorveglianza della Pasticceria dove lavorava Adam… che andava a fuoco!
«Non sono stata io! Non ho fatto niente!» urlò Emma.
«Dicono tutti così. Siamo sicuri che sei stata tu! Dov’eri alle otto di oggi?» disse l’ispettore.
«Ero al Parc Monceau!»
«Qualcuno può testimoniarlo?»
Emma pensò che con lei c’era soltanto Mirtillo, e di sicuro i poliziotti non avrebbero creduto a un gatto magico parlante.
«Come fate a essere sicuri che sono stata io!?» obiettò Emma.
L’ispettore mandò indietro il video ed Emma vide chiaramente se stessa che spargeva un liquido in giro per il locale e poi, poco prima di uscire, dare fuoco a un tovagliolo di carta con un accendino. In pochi secondi l’intera pasticceria era avvolta dalle fiamme e le immagini si interrompevano.
Le prove erano schiaccianti.
Emma pensò che le cose stavano peggiorando, Margot si era trasformata in lei per incastrarla e c’era riuscita perfettamente.
La ragazza fu portata in cella, ma lì non era sola…

Un pensiero su “Episodio tre * L’incendio

  1. Chi sarà Noir??
    Un mago?
    Un detenuto innocente?
    Un vecchio amico di Emma?
    Un folletto dispettoso?
    Un ragazzo innamorato?
    Un troll?
    Un daltonico?
    Un veggente?
    Un calciatore dopato?
    Un uomo posseduto?
    Un lottatore di wrestling?
    Un cestista?
    Il suo ex fidanzato?
    Un alieno?
    Un vecchio saggio cieco?
    L’ UOMO CON IL PAPILLON (FABIO CICOLANI)?
    Stupiteci!!!

    J.P.A 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...