Io & Gianni 1×08 Season Finale

Ogni finale di stagione che si rispetti richiede una trasferta della produzione e del cast. La season finale di Io e Gianni (almeno della prima serie ma sembra che sia stata rinnovata per una seconda, voci di corridoio) si gira a Torino, più precisamente al Salone del Libro 2012, dove i protagonisti della serie si sono incontrati e sono apparse nell’episodio anche numerose guest star: da Aurora R. Corsini a Gianandrea Siccardi, dalla splendente Serena Obert a J.P. Marshall. E se ne sono viste delle belle (oltre che la Obert, ovvio).

Mai come quest’anno al Salone ho parlato con cognizione di causa con lettori di libri. Ma non del mio, quelli degli altri, che ho avuto la fortuna di scoprire prima della pubblicazione.
Infatti il mio nome (già ampiamente martoriato su Omnia) compare nei ringraziamenti dei tre nuovi libri de La Corte Editore: Finalmente sei qui di Gianni La Corte, Voglio Fare la Wedding Planner di Stefania Niccolini, Serena Obert e Stefania Poletti e Arsalon il regno delle Ombre di Gianandrea Siccardi.
Questo perchè a dimostrazione dell’imperitura e incosciente fiducia di Gianni nei miei confronti, del suo libro e di Arsalon ho curato l’editing, mentre di quello delle Wedding Planner ho fatto da supporto morale e claque.
Per cui mi sono ritrovato a spalleggiare Gianni nel promuovere i libri e parlarne ovviamente bene con chiunque.
Quello che Gianni non sa (e ha anche avuto il barbaro coraggio che sono stato il solo in grado di criticarlo) è che con la madre, la mitica Teresa, ci siamo profusi in apprezzamenti e sviolinate sul nuovo libro stando ben attenti a trovarci fuori dalla portata dell’udito dell’autore.
Finalmente sei qui è un romanzo più maturo rispetto a Mi sono innamorato di te, assomiglia di più a Gianni che non a La Corte, porta il marchio eclettico di una personalità molto sentimentale ma anche frizzante ed enigmatica.
Il risultato è un romanzo sfaccettato ricco di suspance con personaggi ben delineati e dalle caratteristiche a volte inaspettate ma coerenti.
Ecco l’ho detto, adesso che non mi venga a dire che non gli faccio dei complimenti.
Arsalon invece è stato il mio primo approccio approfondito con il fantasy classico più puro, del quale non sono esattamente un divoratore. Inizialmente ho odiato Gianni per avermi affidato l’editing di questo romanzo, ma poi, con il procedere dei lavori ho avuto modo di apprezzare certe meccaniche che contraddistinguono il sottogenere e portare alla luce aspetti e peculiarità che fanno del fantasy classico un genere quasi a sè, capostipite di tutti gli altri.
Siccardi ha molta testa (forse anche troppa in alcuni casi) e anche una discreta fantasia e questo rende il suo romanzo piacevole.
(Attenzione, questo post contiene inserimento di prodotti a fini promozionali).
Adesso però è il mio turno di dimostrare la mia crescita personale in merito alla scrittura, visto che Omnia vedrà la luce in autunno.
E questo, per chiudere il cerchio, mi pare un ottimo cliffanger.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...